Logo di www. il bello della vita .it
AMREF Campagna 20 litri di solidarietà
| HOME | Amore e Amicizia | Il diario di TPA | Libri... Cinema&TV | Musica | Foto e Viaggi | FORUM | NEWSLETTER | Mappa |

..| Sezioni |..
..| Community |..
..| Contatti |..
..| Carattere |..
Qui puoi scegliere la dimensione del carattere: molto piccolo piccolo medio grande molto grande
..| Accesskey [?] |..
Home Page | Amore e Amicizia | Diario di TPA | MUsica | VIaggi | Libri... TV e Cinema | FOrum | Newsletter
..| Sostienili |..
AMREF Campagna regali di Natale Sostieni Emergency Sostieni Amnesty International

29/5/06 - 205 click

Stampa la pagina... Stampa! | Invia ad un amico... Invia ad un amico! | Commenta... Commenta!

penna Un'attrazione in paese.

Oggi é un gran giorno per tutti gli abitanti del paese, soprattutto per i più piccoli: é arrivato il circo con i suoi carrozzoni. Ci sono i contorsionisti, i trapezisti, i clowns e, dulcis in fundo, per l'allegria dei bambini, tanti e tanti animali.

Mi sono fatta accompagnare da mio padre a vedere l'allestimento del tendone e lui mi ha sollevato fra le braccia perché potessi osservare tutta quella gente al lavoro. Da quando mamma se ne era andata in cielo, lui non mi lasciava mai; si occupava di me con tanto affetto e mi faceva sopportare meglio la sua mancanza.
Le ore stentavano a passare rendendo l'attesa sempre più lunga, ma finalmente arrivò il gran momento: una folla di grandi e piccini si riversò nella piazza, mentre suoni di trombe e tamburi aprivano lo spettacolo. Io correvo assieme ai miei amici, incurante di tutto, col solo pensiero di trovare un posto in prima fila, da dove si potessero ammirare meglio i numeri in programma. Dopo tanta attesa finalmente ecco avvicinarsi gli elefanti, quegli enormi pachidermi che facevano tanta tenerezza, ed ancora i leoni, gli struzzi e tante, tante altre bestie venute da lontano.

Improvvisamente, nella mia mente di bambino, cominciò a frullare uno strano pensiero, che non mi era mai venuto prima di allora e mi chiesi se dentro di loro quegli esseri fossero felici o se magari rimpiangessero il luogo dove erano nati e vissuti e da cui erano stati strappati via per un ignoto destino. Mi prese un momento di tristezza, ma non volli darlo a vedere e continuai a ridere, mangiando lo zucchero filato.

Lo spettacolo si stava avviando al termine quando, senza essere visto, sgusciai per un'uscita di servizio e mi avviai verso il recinto dove erano tenuti chiusi gli animali. Una voce roca mi fece sussultare: "Ubbidisci o ti pentirai di essere nato!" Una donna grassa, armata di frustino, si stava avventando su un cucciolo di gnu che la guardava con occhi tristi e imploranti. "Non lo faccia signora, la supplico", urlai disperato, ma lei mi cacciò in malo modo, con fare cinico; mentre me ne andavo mi voltai a guardare tutti quegli esseri indifesi, in balia della cattiveria umana e mi parve di scorgere un velo di malinconia nei loro sguardi. Allora capii che venivano usati solo per scopi di lucro, senza alcun rispetto per le loro esigenze e soprattutto senza una briciola d'amore nei loro riguardi.
Da quel giorno non sono più andato al circo.

Scritto da bragozzo


Inserisci il tuo commento:
Note:Ti invitiamo a non postare alcun messaggio di tipo osceno, volgare, esplicitamente sessuale, razzista, o che comunque violi qualunque legge. Inoltre, per approfondimenti o richieste, ti segnaliamo il nostro forum, perché in questo spazio non verranno inserite risposte da parte dello staff.
 




Torna in alto torna su
Copyright 2002-2006 © .ilBellodellaVita.it
Layout © .ilBellodellavita.it - Info e Note Legali
È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di questo materiale. Il materiale che è stato prelevato da internet e da fonti esterne è riportato con le proprie note di copyright, ed è comunque riportato a puro scopo informativo. In caso di reclami contattate la redazione.