Logo di www. il bello della vita .it
AMREF Campagna 20 litri di solidarietà
| HOME | Amore e Amicizia | Il diario di TPA | Libri... Cinema&TV | Musica | Foto e Viaggi | FORUM | NEWSLETTER | Mappa |

..| Sezioni |..
..| Community |..
..| Contatti |..
..| Carattere |..
Qui puoi scegliere la dimensione del carattere: molto piccolo piccolo medio grande molto grande
..| Accesskey [?] |..
Home Page | Amore e Amicizia | Diario di TPA | MUsica | VIaggi | Libri... TV e Cinema | FOrum | Newsletter
..| Sostienili |..
AMREF Campagna regali di Natale Sostieni Emergency Sostieni Amnesty International

17/10/08 - 3279 click

Stampa la pagina... Stampa! | Invia ad un amico... Invia ad un amico! | Commenta... Commenta!

penna "Tramachi"

Inizia così la nuova stagione del
Teatro Orazio Bobbio di Trieste, con uno spettacolo in dialetto triestino, come di consueto portato sulle scene dalla compagnia del Teatro Stabile di Trieste “La Contrada”.

E’ ancora una formidabile Ariella Reggio a guidare i colleghi con la consueta bravura mista a fascino magnetico e simpatia indiscutibile, le medesime doti che fanno sì che sia accolta dal pubblico con applausi a scena aperta sin dal suo ingresso, ripetuti nel corso dello spettacolo per celebrare le divertenti battute dell’autore e l’ottima interpretazione che sa ricavarne Ariella.

In “Tramachi” (parola triestina che significa “Traslochi”) di Roberto Curci la vicenda, ambientata nella Trieste contemporanea, si sviluppa proprio a partire dal personaggio interpretato da Ariella, l’anziana signora Mariù, la quale, sopraffatta dai ricordi di una vita e di una amore infelice e irrealizzato, sceglie di vendere il vecchio appartamento in cui vive (e in cui ha luogo tutta la storia, sulle scene create da Andrea Stanisci) per raggiungere un’amica in una casa di riposo.

A decantare le doti (nascoste) della vetusta casa, un frizzante Adriano Giraldi, che, dopo innumerevoli tentativi, riesce a venderla ad una coppia in procinto di sposarsi (i bravi Marzia Postogna e Valentino Pagliei); l’appartamento fa da sfondo allo sbocciare dell’amore tra i non più giovani Flavio e Irmina (rispettivamente Maurizio Zacchigna e Maria Grazia Plos, amati dal pubblico triestino tanto per la loro bravura quanto per la loro garbata simpatia).

In tutto questo via vai di persone, la proprietaria racconta un po’ della sua vita e si consola col dolce ricordo della madre e con la compagnia affettuosa, seppur sfuggente, del gatto che tutti cercano e nessuno ha mai visto, al punto che ci si chiede se esista davvero…

Seguito del già molto apprezzato “Sariandole” (sempre firmato da Roberto Curci), “Tramachi” ha il grande pregio di saper inquadrare con precisione la realtà quotidiana, con i suoi problemi lavorativi e con le differenze rispetto ai tempi nei quali vivevano i nostri anziani, intenerendo con brevi attimi di malinconia aggraziata, che non sfociano mai nella tristezza e risollevando i toni al momento giusto, con battute sferzanti che sdrammatizzano i momenti seri e mettono giustamente in luce il talento comico di Ariella Reggio.

Come sempre la regia firmata da Francesco Macedonio, grazie anche al contributo dei bei costumi di Fabio Bergamo, rende gustoso lo spettacolo in ogni dettaglio e la scelta delle musiche d’epoca (come ad esempio “Parlami d’amore Mariù”), affidate a Massimiliano Forza, sottolinea con dolcezza il ricordo che ciascun triestino porta dentro di sé, di tempi lontani raccontati da genitori e nonni, di storie in parte perdute che restano però alla base del nostro modo d’essere…


Inserisci il tuo commento:
Note:Ti invitiamo a non postare alcun messaggio di tipo osceno, volgare, esplicitamente sessuale, razzista, o che comunque violi qualunque legge. Inoltre, per approfondimenti o richieste, ti segnaliamo il nostro forum, perché in questo spazio non verranno inserite risposte da parte dello staff.
 




Torna in alto torna su
Copyright 2002-2006 © .ilBellodellaVita.it
Layout © .ilBellodellavita.it - Info e Note Legali
È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di questo materiale. Il materiale che è stato prelevato da internet e da fonti esterne è riportato con le proprie note di copyright, ed è comunque riportato a puro scopo informativo. In caso di reclami contattate la redazione.