Logo di www. il bello della vita .it
AMREF Campagna 20 litri di solidarietà
| HOME | Amore e Amicizia | Il diario di TPA | Libri... Cinema&TV | Musica | Foto e Viaggi | FORUM | NEWSLETTER | Mappa |

..| Sezioni |..
..| Community |..
..| Contatti |..
..| Carattere |..
Qui puoi scegliere la dimensione del carattere: molto piccolo piccolo medio grande molto grande
..| Accesskey [?] |..
Home Page | Amore e Amicizia | Diario di TPA | MUsica | VIaggi | Libri... TV e Cinema | FOrum | Newsletter
..| Sostienili |..
AMREF Campagna regali di Natale Sostieni Emergency Sostieni Amnesty International

26/1/07 - 337 click

Stampa la pagina... Stampa! | Invia ad un amico... Invia ad un amico! | Commenta... Commenta!

penna La giuria (Runaway Jury)

Uscito nelle sale nel 2003 "La giuria" (tratto da uno dei primi legal thriller del prolifico John Grisham) incarna, nel ritmo del racconto e nella regia di Gary Fleder, l'eterna rivalità tra bene e male, tra giusto e sbagliato, tra integrità morale e bassa slealtà pur di giungere alla vittoria finale: il verdetto.

Ambientato, com'è facile intuire, in un'aula di tribunale, questo scontro epico tra corretto e scorretto, pone a confronto due figure: dalla parte dei "buoni" si schiera l'avvocato Wendell Rohr (interpretato dall'eclettico ed irresistibile Dustin Hoffman), mentre dalla parte dei "cattivi" troviamo l'uomo che sceglie le giurie Rankin Fitch (uno spietato e cinico, ma bravissimo Gene Hackmann).
Per comprendere il ruolo di Fitch nel film bisogna conoscere un po' il sistema giuridico americano secondo cui i privati cittadini sono chiamati a fare i giurati ai processi, ma possono venir accettati o rifiutati dagli avvocati (o dal giudice) in base al sospetto che possano avere idee preconcette sull'argomento trattato nel processo.

Che cosa succede, però, se bene e male vengono a loro volta manipolati e confusi? Se i membri della giuria non sono scelti con innocua casualità, come dovrebbe accadere, ma se sono prima studiati, inquadrati, pilotati verso un verdetto piuttosto che un altro da un professionista del calibro di Fitch, ormai celebre nell'ambiente? E se a pilotarli non fosse più solamente Fitch, con i suoi metodi brutali, ma un giurato stesso, che lavora con pazienza, audacia e intelligenza per soddisfare scopi reconditi ed insospettabili?!

Le ombre che avvolgono misteriosamente la trama del film iniziano a diradarsi gradualmente mentre incontriamo i vari personaggi, scoprendoli a poco a poco, riuscendo, un tassello alla volta, a mettere al loro posto tutti, assegnando a ciascuno la giusta posizione nella scacchiera dei buoni e dei cattivi.
E mentre gustiamo la bravura di attori come Jeremy Piven (Laurence Green), Bruce McGill (il giudice Harkin), Bruce Davison (l'avvocato Cable), Nick Searcy (Doyle) e Dylan McDermott (Jacob Woods), ci continuiamo a chiedere da che parte dovremo porre, alla fine, i due reali protagonisti, Nicholas Easter (il bravissimo John Cusack) e Marlee (Rachel Weisz). In un turbinio di colpi di scena, di botta e risposta e confronti continui, dentro e fuori dall'aula, tra i vari personaggi, alla fine arriveremo all'inaspettata verità, con il fiato ancora sospeso e un grande sorriso di soddisfazione sulle labbra...


Inserisci il tuo commento:
Note:Ti invitiamo a non postare alcun messaggio di tipo osceno, volgare, esplicitamente sessuale, razzista, o che comunque violi qualunque legge. Inoltre, per approfondimenti o richieste, ti segnaliamo il nostro forum, perché in questo spazio non verranno inserite risposte da parte dello staff.
 




Torna in alto torna su
Copyright 2002-2006 © .ilBellodellaVita.it
Layout © .ilBellodellavita.it - Info e Note Legali
È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di questo materiale. Il materiale che è stato prelevato da internet e da fonti esterne è riportato con le proprie note di copyright, ed è comunque riportato a puro scopo informativo. In caso di reclami contattate la redazione.