Logo di www. il bello della vita .it
AMREF Campagna 20 litri di solidarietà
| HOME | Amore e Amicizia | Il diario di TPA | Libri... Cinema&TV | Musica | Foto e Viaggi | FORUM | NEWSLETTER | Mappa |

..| Sezioni |..
..| Community |..
..| Contatti |..
..| Carattere |..
Qui puoi scegliere la dimensione del carattere: molto piccolo piccolo medio grande molto grande
..| Accesskey [?] |..
Home Page | Amore e Amicizia | Diario di TPA | MUsica | VIaggi | Libri... TV e Cinema | FOrum | Newsletter
..| Sostienili |..
AMREF Campagna regali di Natale Sostieni Emergency Sostieni Amnesty International

19/10/05 - 234 click

Stampa la pagina... Stampa! | Invia ad un amico... Invia ad un amico! | Commenta... Commenta!

penna La tigre e la neve

La tigre e la neve

Amo il cinema! Lo amo da sempre, è magico, è spettacolare, è un piccolo evento che mi concedo di rado e con trasporto sincero.
Forse per questo ci tengo ad andare a vedere delle pellicole che meritano di essere viste. Forse per questo sono uscita dalla sala ieri sera con la consapevolezza che valeva la pena andare a vedere l'ultima favola di Benigni...

Mi sono seduta felice, con l'odore del popcorn, il chiacchericcio della gente, la pubblicità delle prossime uscite, l'aspettativa di scoprire le immagini che di lì a poco sarebbero state proiettate.
E finalmente è iniziato. In modo dolce, con la musica originale di Nicola Piovani che firma le sue opere in modo inconfondibile!

Appare Roberto Benigni e dà inizio alla storia.
Una storia non facile, non del tutto, divertente e romantica, toccante e imprevedibile.
Siamo nel 2003, alla vigilia dello scoppio della guerra in Iraq. Il poeta Attilio, interpretato da Benigni, è innamorato perdutamente della bella Vittoria (Nicoletta Braschi), che pare non ricambiarlo, ma esserne piuttosto esasperata.

Lui la sogna tutte le notti e la importuna appena può di giorno. Lei, invece, insegue l'amico comune Fuad (il magnifico Jean Reno), il più grande poeta iracheno vivente, per scrivere la sua biografia.
Quando Fuad decide di lasciare Parigi, dove ha vissuto per anni, per tornare nella sua Bagdad, dilaniata dalla guerra, Vittoria sceglie di partire con lui per completare il proprio lavoro.

Purtroppo i due si trovano sul luogo di un attentato e Vittoria viene ferita gravemente. Attilio, avvisato da Fuad, non perde un minuto e inizia a correre contro il tempo e l'avversità per salvare l'amore, per salvare la vita di Vittoria e la sua insieme, perché senza di lei, dice, "possono anche smontare questo baraccone che è il mondo!". E tra cammelli, sabbia, bombe e dolore, Attilio incontra e provoca anche qualche sorriso, mentre noi soffriamo con lui e corriamo insieme a lui alla ricerca della speranza.

Per tutta la durata della proiezione ho avuto l'impressione che qualcuno mi stesse toccando il cuore con un ago sottilissimo, senza farmi male, ma facendomi sentire viva! E poi, una piuma, in alcuni momenti, giungeva ad alleviare le scene più dure e solleticava un sorriso come solo quel genio delicato e poetico di Benigni può fare!

E mentre uscivo dal cinema, col freddo che ghiacciava le mani, pensavo che sarebbe stato bello se avesse nevicato e magari se una tigre avesse preso a camminare sotto la neve!
E' questa la bellezza del film che ho visto: ti regala la magia e non te ne priva quando il film è terminato, ma ti permette di portarla con te, in mezzo alla gente, a contatto col mondo. Perché certe cose capitano solo nei film, ma certe sensazioni vivono per sempre nel cuore di chi le ha provate e la riconoscenza verso chi le dona non svanisce mai...



Commenti (4):
Stefano
alle 08:55:57
del 27/11/05
Straordinario. Il modo in cui Benigni affronta i temi caldi con la sua comicità che ci fa sorridere ma anche un po' riflettere. Il tema dell'amore onnipotente in Benigni è una cosa che a me personalmente fa impazzire.
Un plauso a questa produzione e anche a Nicoletta Braschi che con la semplicità della sua recitazione dà al pubblico quella sensazione di sognante tranquillità che ti fa tornare a casa più sereno.
Bravo Roberto!
fine_fantasia
alle 13:45:35
del 26/10/05
dopo aver visto "la vita è bella" mi aspettavo un qualcosa "in calando" e invece ho riprovato identiche emozioni. quando la poesia è poesia pura puoi pure leggere anche il cartone del latte...se è benigni a leggerlo con quelle sue espressioni e con quella delicatezza che ti fanno entrare in una magia da fiaba. benigni, con la sua semplicità di ragazzotto cresciuto, riesce a prenderti per mano come a dirti:<vedi, basta amare nella vita e...tutto diventa facile e possibile> ed è assolutamente vero se solo pensassimo che è l'amore (e non l'odio) che muove le forze della natura. personalmente mi è piaciuta anche nicoletta braschi e non sono d'accordo con l'amico che invita benigni a trovarsi un'altra attrice. indubbiamente farebbe (forse) un film diverso (più bello?) ma perderebbe quel magico, sottile fascino di poesia e d'amore che traspare vedendo assieme benigni/braschi. bellissimo film che niente invidia a "la vita è bella".
Tpa
alle 14:56:20
del 19/10/05
Su questo, a malincuore, ti do ragione: lei non è stata del tutto all'altezza per quanto riguarda la recitazione e il film ne perdeva un po'... peccato!
blue_kat
alle 13:57:46
del 19/10/05
Grazie molte per la godibile e toccante recensione del nuovo film di Benigni che, insieme ad alcuni amici, anch'io ho visto sabato scorso. E anche se mi dispiace un po' ammetterlo, perchè so perfettamente che "tutti adorano Benigni" ma io non ho trovato la sua ultima pellicola così "eccelsa".
E vorrei tanto che, almeno per una volta lui "dimenticasse a casa" Nicoletta Braschi e utilizzasse una vera attrice nei suoi film.


1


Inserisci il tuo commento:
Note:Ti invitiamo a non postare alcun messaggio di tipo osceno, volgare, esplicitamente sessuale, razzista, o che comunque violi qualunque legge. Inoltre, per approfondimenti o richieste, ti segnaliamo il nostro forum, perché in questo spazio non verranno inserite risposte da parte dello staff.
 




Torna in alto torna su
Copyright 2002-2006 © .ilBellodellaVita.it
Layout © .ilBellodellavita.it - Info e Note Legali
È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di questo materiale. Il materiale che è stato prelevato da internet e da fonti esterne è riportato con le proprie note di copyright, ed è comunque riportato a puro scopo informativo. In caso di reclami contattate la redazione.